Dopo aver donato

  • Assicurarsi che il cotone, tenuto fermo dall'apposito cerotto, funga sicuramente  da tampone. se esce ancora qualche goccia di sangue, ritornare in sala prelievi per il necessario intervento.
  • Controllare che gli indumenti non determino compressione a monte del punto di prelievo. Slacciate per qualche minuto il colletto della camicia e cintura, se troppo stretti: respirerete meglio.
  • Evitate di piegare il braccio per almeno 15-20 minuti dopo la donazione.
  • Non portate pesi con il braccio che è stato utilizzato per il prelievo (borsa della spesa, bambini, etc.).
  • Subito dopo la donazione si consiglia di rimanere sulla poltrona per alcuni istanti e di alzarsi lentamente, di assumere bevande (acqua, thè, caffè, latte, succhi di frutta, con zucchero ed eventualmente un panino o altro cibo solido, senza eccedere); è assolutamente controindicata l'assunzione di alcolici.
  • Fate colazione seduti, e possibilmente all'ombra. Subito dopo la donazione non bevete alcolici e non assumete cibi eccessivamente impagnativi per la digestione.
  • Il pasto successivo alla donazione dovrebbe essere leggero, anche se energetico.
  • Bevete più liquidi del solito dopo la donazione, a pasto e durante la giornata evitando alcolici.
  • Non fumate (almeno per un'ora!).
  • Evitate bruschi movimenti del capo e repentine variazioni di posizione (da seduto ad in piedi e viceversa).
  • Non sostate fermi in piedi subito dopo aver donato, ma passeggiate.
  • Evitate un'eccessiva sudorazione e/o traspirazione frequentando ambienti chiusi o caldi o affollati.
  • Nella giornata della donazione, evitate attività fisiche intense, lavori faticosi, attività sportiva, lunghi viaggi in auto.
  • Sentitevi comunque fieri per aver contribuito, con il vostro dono anonimo e gratuito, a salvare una vita.
  • È necessario inoltre che il donatore comunichi tempestivamente al personale sanitario dell'Avis e/o della struttura trasfusionale eventuali malattie o inconvenienti insorti dopo la donazione.